Dal manuale “Tecnica di canto”:

metodo-big“…il talento spesso è nascosto e molti non sanno nemmeno di averlo tanto è sepolto nel loro corpo e poco riconosciuto dalla loro mente oppressa da sfiducia e apatia…”

“…Molti di noi non hanno neppure un pò di consapevolezza della propria voce, sia cantata che parlata, la trascurano e non ne valorizzano le mille possibilità , tra cui i benefici che una cura approfondita e consapevole può portare anche a tutto l’organismo , sia psichicamente che fisicamente,oltre ovviamente al senso di gioia e liberazione che si ha cantando bene…”

” Molti sono convinti che non potranno mai arrivare a “certe note alte” invece non sanno che attraverso lo studio si può salire di vari toni con una costante applicazione…”

“A mio avviso questo lavoro sul canto è spesso svolto superficialmente, cosi può succedere che gli allievi di un dato insegnante abbiamo tutti una voce simile,questo sicuramente è perchè non si lavora abbastanza in profondità; non si utilizzano fino in fondo le nostre possibilità e differenze anche anatomiche…”

“Bisognerà, appunto, cominciare a visualizzare che in ogni essere umano, le differenti casse di risonanza, ( tra le quali principalmente : cranio , bocca , cassa toracica ecc,) hanno un diametro diverso anche di pochi centimetri o millimetri a seconda dell’individuo .Quindi ogni voce è fondamentalmente diversa l’una dall’altra a seconda delle conformazioni anatomiche di ognuno.Il suono di un violino,si differenzia dal suono di una chitarra anche per la diversa dimensione delle rispettive casse di risonanza… e così via…”

“Lavorando in profondità in tutto il nostro spazio interno,posizionando bene : bocca, lingua, diaframma, muscoli addominali ecc. come vedremo più avanti, si produrranno suoni estremamente individuali e differenziati. lo stesso sentiero che percorre IL RESPIRO dentro di noi,lo percorre la VOCE…,quindi analizziamo la respirazione…”

“Mi sono trovata a dire spesso: “attraverso la tecnica potrete utilizzare tutte le vostre possibilità con la voce”; è come per un pittore, il poter utilizzare tutta la gamma dei colori, 24,36 ,70 ecc. anziche “due” che poi non hanno la consapevolezza di essere scelti come due. Le nostre emozioni hanno infinite sfumature e quindi maggiore è la nostra tecnica, maggiore è la nostra capacità di interpretare queste sfumature attraverso la voce, cosa che contraddistingue i grandi cantanti. Più l’interpretazione accarezzerà i vari moti dell’animo, più diverse persone vi si potranno riconoscere e quindi il canto diventerà un mezzo di comunicazione molto importante. Lo scopo iniziale quindi, E’ QUELLO DI SFRUTTARE AL MASSIMO LE CASSE DI RISONANZA NATURALI DEL NOSTRO CORPO, infatti attraverso la pratica continua di questi esercizi specifici che mirano all’elasticizzazione degli spazi interni, si delinerà un sinergismo muscolare che permetterà la fuoriuscita della voce cantata e parlata nella massima rilassatezza ,la voce crescerà progressivamente verso i toni piu alti a seconda delle caratteristiche della voce…”

“fanno malissimo le persone che tendono ad indurire la parte bassa dello stomaco, esibendo un dannosissimo ed innaturale ventre piatto, oppure torturandolo con pantaloni e cinture molto strette… per mille motivi, infatti in quella zona si trova il punto di attacco del suono, ed il centro dell’enegia vitale…”

“…Il poter cantare bene o semplicemente padroneggiare la propria voce, di cui usufriamo costantemente, aumenta in maniera determinante il senso di sicurezza individuale…”

“… Negli Stati Uniti, anche la sola la dizione (complementare per una buona tecnica di canto) è imposta dalle varie aziende perfino ai manager di ogni settore, per essere più convincenti e comunicativi. Una buona dizione dà infatti quel senso di padronanza e sicurezza che trasmette fiducia, è, inoltre, calda e si ascolta più volentieri. Spiegherò più avanti come il canto, inoltre, attraverso questo metodo approfondito,possa essere in grado di ristabilire squilibri emotivi dovuti alle varie inquietudini personali e al nostro approccio incompleto e inconsapevole alla vita.”

“…non tutti hanno chiaro il concetto di quanto ogni evento possa influenzare il nostro corpo,il nostro modo di muoverci e di parlare…”

“…questa profonda ferita psicologica aveva causato in un’allieva un irrigidimento, un blocco nella zona addominale, che si manifestava esternamente in una cagionevole salute,irritabilità, ansia, cattiva circolazione,insicurezza…”

“…tutto ciò veniva espresso in una voce esile,falsa e non risonante……,il lavoro che viene effettuato attraverso questo metodo di canto è talmente profondo da rimuovere anche queste emozioni negative nascoste nel nostro corpo…”

“… ,per questo è un metodo nuovo. Infatti lavorando in profondità si ottengono miglioramenti evidenti e sicuri ,necessari sia a livello di tecnica di canto sia come benessere generale quindi,attraverso questi particolari esercizi oltre a cantare bene ed avere finalmente soddisfazione da questa nuova voce intonata e forte si attua una rimozione fisica delle emozioni negative, dopo anni di insegnamento, i risultati sorprendenti ne sono la conferma.”

“Alcuni allievi hanno raggiunto un vero e proprio successo internazionale … come novità inoltre, vengono contemplati in parte alcuni principi della Bioenergetica (tecnica terapeutica fondata da Wilhelm Reich) ma questa volta attraverso la voce e più specificatamente nel canto per una espressione più completa della persona…”

“…la voce è anche un termometro di come stiamo ,cosa nascondiamo, cosa subiamo, così il nostro modo di muoverci ,di camminare rivela molto di noi…”

“Un allievo ultimamente dopo poche lezioni,è riuscito ad individuare in quali episodi usava un tipo di voce chiara sottile ,diciamo finta ,ed in situazioni dove era rilassato , un’altra voce diversa più scura risonante ,senza qualche lezione non se ne sarebbe neanche accorto ,quindi ha acquistato una importante consapevolezza ,ed avendo dei problemi di tic nervosi da risolvere ha cominciato a capire quello che neanche lui aveva realizzato lo turbasse ,le situazioni che lo mettevano a disagio.”

“…con l’attuazione di questi esercizi vedremo come mettendo in collegamento armoniosamente bocca, labbra, lingua,mandibola, testa, postura, movimento diaframmatico ecc.. fino al più basso punto di risonanza del suono,(che si trova sotto l’ombelico di tre centimetri ) la nostra voce si espanderà miracolosamente!”

“Cantare le canzoni di Mina o W.Huston ad esempio sarà un obbietivo raggiungibile chiaramente dopo un lungo periodo di esercizio e applicazione…”

“l’importanza fondamentale di una respirazione diaframmatica completa e degli esercizi di rilassamento generale…”

“Mi viene in mente un episodio semplice ma indicativo: un giorno un’allieva molto brava poche ore prima della lezione aveva avuto un piccolo incidente con il motorino ,ebbene per far uscire la voce su cui lavorare, quel giorno abbiamo dovuto faticare molto, infatti la contrazione muscolare derivata dalla paura, aveva fatto alzare il diaframma accorciando il respiro e relegando la voce ad uno spazio ristretto, nella parte alta del petto, verso la gola, recuperando l’appoggio pieno con gli esercizi diaframmatici e quindi lo spazio interno, è tornata la voce e anche la calma; gli organi interni si sono rilassati e non sono rimasti contratti ed infiammati per giorni oppure anni (c’è gente che vive in costante stato di allerta) alimentando mal umore agitazione e malesseri fisici…”

“esiste una specie di PRONTO SOCCORSO VOCALE. Sono una serie di esercizi che permettono con un minimo di 10 ore di lezione, un miglioramento momentaneo immediato, valido per chi deve affrontare provini inaspettati o per avere una minima consapevolezza di ciò che lo può aiutare. Per avere dei risultati duraturi invece, bisognerà insistere sul controllo di certi muscoli, come in una qualsiasi ginnastica, o sport.”

“Bisognerà visualizzare l’addome come uno spazio divisibile per tre, quattro, cinque spazi …”

Per informazioni e lezioni private di canto rivolgersi al seguente indirizzo e-mail: arabellavallone@gmail.com